mercoledì 17 agosto 2011

. . .

Perchè nella vita deve essere tutto complicatissimo?! Non basterebbe decidere di fare una cosa e farla nel modo in cui la si è pensata..?! Il tempo scorre e ti rendi conto che il controllo ti sfugge di mano; inizi a domandarti se le cose sono andate proprio come volevi, se te la sei andata a cercare, se è stata colpa tua (anche se sai che non lo è stata), e ti domandi che magari, ma solo magari, se non fosse arrivata lei a curargli le ferite, tu ora saresti felicemente fidanzata da due anni e un mese e te la staresti spassando con un ragazzo, che alla fine è stato uno stronzo e ti ha sempre sminuita, ma che era meglio che restare da sole.......

Ma che dico?!?!

Alla fine, io non sono pentita delle mie scelte o delle mie azioni, perchè so di avercela messa tutta;davvero.
Il punto del discorso è che non si può combattere per qualcosa in cui non si crede più da tempo. L'ho imparato a mie spese...

Il problema più grande è che negli ultimi due anni io ho combattuto due guerre contemporaneamente e ora sono esausta, perchè ne ho una aperta da un bel po' e che non si conclude né con una vittoria da parte mia, né con una vittoria da parte dell'avversario. Con lui è come un'immensa partita a scacchi che non controllo più.
In genere, tutto sta nel cercare di prevedere le mosse dell'avversaio, mache succede se quest'ultimo comincia a fare mosse completamente impreviste? che succede se un giorno, improvvisamente si interessa della vostra vita? cosa che non è mai successa in tanti anni di conoscenza?!?!? PANICO.

Beh comunque, io ora sono leggera, a volte ripenso a quello che mi sono lasciata dietro le spalle e non mi pento in fondo di come siano andate le cose. E' stato un modo come un altro per separarsi. Ora penso a me, anche se la monotonia di una vita tranquilla mi annoia un pochino.

Arriveranno tempi migliori. I Hope.


G.

mercoledì 3 agosto 2011

Sogno

Ed eccoci qua,
dopo moltissimo tempo riesco a trovare un secondo da dedicare al blog. In realtà ho dovuto mettere in ordine nella mia mente confusissima prima di poter scricvere un intervento di senso compiuto... :D

Beh, sono successe molte cose, ma alla fine la cosa che mi ha sconvolta di più è come, dopo due anni mi sembra di essermi svegliata da un sonno lunghissimo.
Tutto è tornato come prima della mia storia, tutto sembra sempre allo stesso punto.
Forse perchè dentro di me non era cambiato niente da allora. Non so se vi è mai capitato di rendervi conto in un attimo che per quanto voi cerchiate di cambiare la vostra vita, e per quanto magari vi siate illusi di esservi riusciti, lei rimane sempre lì... Sempre al punto dove avreste voluto mettere una svolta, un cambio di scena.

La mia mente, ma soprattutto il mio cuore, si sono rifiutati di andare avanti. In realtà il mio Cuore non lo vedo da un bel po' di anni.. me lo hanno rubato e non me lo hanno ancora restituito.. :)

E' difficile spiegare quello che sento ora dentro, perchè è un sentimento che non ho mai provato per nessun'altro e non so nemmeno se sia qualcosa di reale, o se sia un' illusione perchè è talmente complicato e ingarbugliato che non lo so decifrare nemmeno io.

Vorrei solo che le cose andassero per il verso giusto, perchè dopo 4 anni io riesco ad essere controllata con il mio cuore, visto che comunque sono cresciuta, e ho capito che questo grande sentimento sarebbe stato meglio chiuderlo in un cassettino della mia anima per sempre.

Non sono molto sicura del senso logico di questo intervento in realtà, ma chissene frega, ala fine se la mia è una MENTE CONFUSA non ci posso mica fare nulla no??

Quello che so per certo è che la fine della mia relazione non ha inciso minimamente nel mio cuore, perchè LUI, LUI, c'è sempre stato.. ha vissuto con me e si è impossessato di tutti i miei sentimenti, e anche se abbiamo opinioni differenti su molte cose, io sento che posso farcela... non devo assolutamente mollare.. non voglio. Non dopo quattro anni..


Xoxo, G.